«La morte non è la fine»: declama la Bibbia in metro, panico tra i passeggeri

Scene di panico stamattina su un treno di pendolari alla stazione di Wimbledon, nei sobborghi sud occidentali di Londra. I passeggeri hanno forzato l’apertura delle porte e sono fuggiti sui binari, quando un uomo ha iniziato a declamare a voce alta frasi della Bibbia.

I versetti della Bibbia fanno scappare i passeggeri

A spaventare i presenti versetti come «la morte non è la fine», che hanno evidentemente fatto pensare che l’uomo potesse essere un attentatore spinto da motivi religiosi. L’incidente conferma quanto sia alta la tensione tra i londinesi, dopo gli ultimi attacchi terroristici. Un testimone, citato dalla Bbc, ha riferito che uno dei passeggeri, nel pieno della calca, ha chiesto all’uomo di smetterla di leggere a voce alta, «perché stava spaventando le persone». A quel punto, «l’uomo si è fermato ed è rimasto in piedi a testa china». L’incidente non ha provocato feriti, ma la temporanea sospensione dell’elettricità sui binari, per impedire che i passeggeri fuggiti dal treno potessero rimanere folgorati, ha causato notevoli disagi e ritardi a tutte la linee ferroviarie della zona.