La Boldrini oltre ogni limite: l’Italia deve spendere più soldi per i migranti

Laura Boldrini, senza ritegno, continua a battere cassa per il piano migranti. «Il piano previsto dal governo per l’accoglienza dei profughi è condivisibile ma non dice quanto l’Italia intende mettere a disposizione per l’accoglienza, che è un elemento essenziale per garantire sicurezza e coesione sociale». Boldrini insaziabile, non bada a spese e sprona ad aprire i forzieri per garantire un'”aurea” accoglienza ai migranti in un momento in cui le famiglie soffrono, i nuovi poveri aumentano e il lavoro non c’è. Eccola la presidente della Camera Laura Boldrini all’inaugurazione della mostra ”Bambini. Storie di viaggio e di speranza” che si è svolta alla sala della Regina a Montecitorio. “L’integrazione dei rifugiati e dei migranti non avviene con la bacchetta magica. Il governo ha fatto un piano sul quale mi trovo d’accordo. Integrare vuol dire offrire gli strumenti necessari e, per fare questo, devono essere stanziati dei fondi adeguati, cosa che nel piano del governo non è quantificata». Il che vuol dire, più soldi

E’ preoccupatissima Laura Boldrini che i nostri soldi – che sono un’enormità – siano troppo pochi.  «La Germania che ha accolto un milione e mezzo di rifugiati, investirà 20 mld l’anno per 5 anni». Nessuno osa contraddirla e ricordarle che non abbiamo le risorse della Germania e che siamo ancor in crisi. “Gli sbarchi – ha proseguito Boldrini nel suo delirio – sono diminuiti ma non basta tenere lontani i migranti per risolvere il problema. Impedire alle persone di arrivare non può essere la soluzione, il problema va affrontato alla radice». Le conosciamo le soluzioni della Boldrini: accoglienza costi quel che costi, è il caso di dire.