Insulti alla prof anti-migranti: «Vai sodomizzata». Le anime belle del Pd tacciono

Insulti a valanga contro una donna. Né le femministe né le anime belle dicono una parola di solidarietà. «Spero venga sodomizzata…». Parole choc su Facebook contro Fiorenza Pontini (nella foto in una intervista con Le Iene), l’ex professoressa del liceo Marco Polo di Venezia, a processo per i post contro i migranti. Come si legge sul Gazzettino, lo Schitto – gruppo nato nel 2014 prima pubblicando via Facebook locandine, articoli e filmati, e che ora punta sulla rassegna stampa quotidiana –ha infatti aperto la diretta Fb con la lettura dei giornali locali.

Gli insulti alla prof anti migranti

In studio ci sono David Marchiori, Luca Corsato e Lorenzo Soccoli. Arrivati a un articolo che parla della professoressa Fiorenza Pontin arrivano gli insulti. É Lorenzo Soccoli a parlare: «Rivolgo alla professoressa una cosa che non è un insulto, un’offesa… Spero che ti sodomizzino, ma non dei negri, perché è banale…». Da fuori campo interviene (sembra), ricostruisce ancora il Gazzettino, Corsato: «Gli 82 borseggiatori?», riferendosi ad un’altra notizia della giornata. «No – riprende Soccoli – dei bidelli. Vorrei dei bidelli che ti sodomizzassero. Mi dispiace per le donne, ma se lo merita, e che cantassero una canzone anarchica vestiti da pagliacci». Risate di sottofondo. E si va avanti: «Io spero che lo facciano, non è che ce l’ho con le donne, ce l’ho con lei. Quella prof ha vomitato tutta la sua cattiveria e avrà un processo. Bidelli che la… vestiti da pagliaccio… Ma guardi che non è un’offesa, potrebbe essere anche piacevole, i pagliacci piacciono quasi a tutti»…

Video rimosso

Il video, riporta il Giornale, subito dopo le polemiche scatenate è stato rimosso. E il gruppo si è giustificato così: «Lorenzo, in relazione ad un fatto di cronaca che trattava un’ accusa di frasi razziste, ha composto una risposta con toni di pari violenza con lo scopo di evidenziare l’assurdità delle frasi incriminate e del tono».