Incendi e roghi, non solo Piemonte: la flotta di Canadair in missione continua (VIDEO)

Canadair e elicotteri dei Vigili del fuoco in missione continua. Quelli in azioni sul Piemonte non hanno tregua, mentre l’ultimo video di uno dei loro mezzi in volo sopra Varese è di poche ore fa. Insomma, prosegue senza sosta, e dal Cuneese all’agrigentino, l’impegno della flotta aerea dello Stato nella lotta agli incendi boschivi: basti che pensare che, solo nelle ultime 24 oregli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, hanno operato, a supporto delle operazioni svolte dalle squadre di terra e dei mezzi aerei regionali, su 7 richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento dalle Regioni: 4 in Piemonte, 2 nel Lazio e 1 in Lombardia.

Incendi, Canadair continuamente in azione

In particolare, in Piemonte, nonostante la scarsa visibilità causata dalla nebbia mattutina e dal denso fumo, su quattro diversi fronti –Pietraporzio, Rubiana, Casteldelfino e sui due versanti di Cumiata e Cantalupa – hanno operato 3 Canadair e un elicottero S64 del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Altri 2 Canadair hanno sorvolato e operato invece su due incendi nel Lazio e uno in Lombardia. L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo 5 roghi, mentre ancora alle 18.30 di ieri (mercoledì 25 ottobre ndr), orario limite oltre il quale le condizioni di luce non consentono di operare in sicurezza, risultavano ancora attivi due incendi in Piemonte.

Gli appelli e i numeri della Protezione Civile

E allora, non a caso, la Protezione civile sottolinea «che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva».