Giorgia Meloni: no al Rosatellum, non ci piace la democrazia finta

«No al Rosatellum perché quello che ci propongono è una democrazia finta», ha dichiarato Giorgia Meloni davanti ai cronisti parlamentari poco dopo l’ultima fiducia alla legge elettorale giudicata inammissibile e inaccettabile da Fratelli d’Italia. Finta – spiega – perché gli italiani possono sì votare,  però il loro voto non deve contare niente. Gli italiani non possono scegleire il loro governo perché lo sceglieranno i partiti, non possono scegliere i loro parlamentari perché li sceglieranno i partiti.

Meloni: non accettiamo democrazie finte

«Addirittura – ha aggiunto la Meloni – alcuni italiani voteranno una lista ed eleggeranno i parlamentare di un’altra lista che non volevano votare». Quanto agli alleati che voteranno sì al  Rosatellum, nessun problema: «Ognuno fa le proprie scelte. Ho detto e ribadisco che noi siamo rimasti sulla nostra posizione. Abbiamo sempre chiesto un premio di maggioranza e il voto di preferenza. Gli altri non sono d’accordo e hanno fatto altre scelte», conclude la leader di Fratelli d’Italia senza rispondere ai veleni che nei giorni scorsi Matteo Salvini le ha riservato.