Giorgia Meloni: «Il leader non si decide con un editto, la scelta spetta agli italiani»

Intervistata nel corso della trasmissione radiofonica “Sei su Radio”,  Giorgia Meloni è stata chiara rispondendo alle domande reiterate sulla leadership del centrodestra, tema sul quale continuano a tirarla per la giacca. «Mi pare che tutti continuino a dire “io sono il leader”, fortunatamente arriva la democrazia e lo decidono gli italiani», ha chiarito una volta per tutte la leader di Fratelli d’Italia nel corso della trasmissione parlando della possibilità di primarie nel centro destra. «Fortunatamente – ha aggiunto Giorgia Meloni – non mi interessa questo dibattito maschista ossia “sono più forte io”. Anche io mi sono candidata alla leadership del centro destra e competeremo col metodo che si sceglie. L’unico metodo che non va bene e quello di stabilire per editto che qualcuno è il capo».

Giorgia Meloni sul voto austriaco

Giorgia Meloni ha analizzato anche il risultato delle elezioni austriache: “Non credo si possa dire che il 26% degli austriaci siano nazisti. Non mi interessa difendere nessuno ma mi interessa che continuo a vedere una lettura molto superficiale da parte delle classi dirigenti. “Quando il 26% dei cittadini austriaci vota il partito di quella che viene definita la destra xenofoba, noi vogliamo derubricarlo al ritorno del nazismo in Europa o forse ci vogliamo chiedere se questi partiti non abbiano saputo interpretare alcuni malesseri della società?”.