Germania, 19enne siriano pianificava un attentato con esplosivi: voleva una strage

Era monitorato, particolarmente attenzionato – e da tempo – dalle autorità e dall’intelligence tedesca che ne seguiva mosse, spostamenti e contatti: oggi, l’atto conclusivo di una lunga ed elaborata indagine con l’arresto del 19enne siriano, sospettato di avere in preparazione un attentato, probabilmente con esplosivi, in terra tedesca.

Germania, pianificava un attentato con esplosivi: preso 19enne siriano

E allora, proprio in queste ore, le forze dell’ordine tedesche hanno arrestato un uomo di nazionalità siriana sospettato di pianificare un attentato terroristico islamista. Il sospetto – ha reso noto l’ufficio della procura federale – è stato fermato nella città settentrionale di Schwerin. Il 19enne intercettato dagli agenti, ha reso noto il Bundeskriminalamt (Bka), avrebbe elaborato piani concreti per un attacco da compiere sul territorio tedesco con esplosivi. E la sottolineatura del termine «concreti» rende perfettamente l’idea di quanto potessero essere avanzati i preparativi della strage. A quanto trapela dalle indagini, infatti, l’uomo stava accumulando almeno dal mese di luglio componenti e sostanze chimiche particolari per comporre i suoi ordigni. Ancora non è stato chiarito se l’uomo avesse già scelto un obiettivo per l’attacco e, nel caso lo avesse fatto, quale fosse: Così come non sono giunte informazioni su una sua presunta appartenenza ad un’organizzazione terroristica. Perquisizioni sono in corso, in casa dell’arrestato e in altre abitazioni: resta da capire se l’uomo agisse come lupo solitario o se, invece, rispondesse a un’organizzazione più ampia e strutturata: il proseguo delle indagini, del resto, dovrà chiarirà i punti ancora oscuri. Al momento la necessità primaria era disinnescare la minaccia.