Follia a Riccione, filma in diretta su Fb la morte di un ragazzo dopo l’incidente

Sono tanti gli orrori che circolano sui social: c’è il bullismo virtuale, ci sono le bufale, c’è l’odio contro le donne. Ma si fanno strada anche altri sentimenti: l’indifferenza, il narcisismo, la noncuranza dinanzi alla tragedia.

A quest’ultimo filone appartiene il gesto di un giovane di Riccione, Andrea Speziali, 29 anni, che – come ha riportato Il Resto del Carlino – ha aperto una diretta Fb sulla morte di un ragazzo di 24 anni sbalzato dal suo motorino nella notte tra sabato e domenica dopo essere finito fuori strada. La vittima è Simone Ugolini, 24 anni, che si trova lì sull’asfalto, agonizzante, quando passa un coetaneo, Andrea appunto, che anziché soccorrerlo, confortarlo, fornire in qualche modo aiuto, si mette a filmare la tragedia in diretta, fornendo macabri particolari e esortando chi vede la sua diretta a chiamare i soccorsi.

Per fortuna in rete ci sono anche utenti che mantengono un minimo di buon senso o comunque di senso etico e non apprezzano: Andrea Speziali viene sommerso dalle critiche e il suo anomalo comportamento diventa un caso, l’ennesimo caso di degrado nelle relazioni umane di cui il web fornisce testimonianza.

Spezial, che ora si dichiara pentito, piange e chiede scusa a tutti,  si giustifica così: «Ero sotto choc, volevo fare qualcosa per lui, e visto che mi avevano detto che avevano già chiamato i soccorsi, ho pensato di filmarlo». La polizia postale ha sequestrato tutti i video, chiudendo il profilo della vittima mentre spetterà alla Procura decidere se aprire un’inchiesta.