Fazio abbandonato da tutti, gli sponsor scappano. La Rai: «Cambi il format»

Fabio Fazio giustamente e ingloriosamente nella tempesta dopo i reiterat flop in termini di ascolti che caratterizzano il suo “Che tempo che fa”, il programma più costoso in assoluto della Rai. Dagospia lancia la bomba, raccogliendo i rumors che si infittiscono nei corridoi di viale Mazzini. Secondo Dagospia, adesso gli sponsor inserzionisti sarebbero pronti a un clamoroso dietrofront, se ne vogliono andare dopo il flop soprattutto del lunedì sera: Fazio ha raggiunto il doppio record negativo di far calare vistosamente lo share dell’Ammiraglia Rai abituata a ben altre performance in quella fascia oraria e, nel contempo, affossare l’audience di Rai Tre che con il programma di Fazio gravitava su altri livelli mentre ora il lunedì è in grande difficoltà. «C’è fibrillazione tra gli inserzionisti della domenica di RaiUno: si teme che il programma di Fazio si avvii, appena traslocato, a un lento declino», si legge sul sito di Roberto D’Agostino, «e il Dg Mario Orfeo, non potendo cambiare Fazio in corsa, avrebbe chiesto al conduttore di cambiare format».

In cantiere un talk-show vicino al centrodestra

Ieri, in Cda, i consiglieri Arturo Diaconale e Giancarlo Mazzuca – riporta Dagospia –  hanno poi ricevuto dal dg Orfeo l’impegno formale a realizzare sul secondo canale un programma di approfondimento in prima serata di area più vicino al centro-destra, «nel rispetto del pluralismo», dato che quelli in onda sono quasi tutti di «area di centro sinistra». In sostanza, un talk che possa prendere lo spazio che era di Virus, chiuso due anni fa.