Domenica in, le sorelle Parodi guadagnano un botto. Rai nella tempesta

37mila euro a domenica per le sorelle Parodi. Niente male per un flop. Cristina ha uno stipendio di 25mila euro a puntata (775mila annui) e Benedetta di 12mila (372mila l’anno). I conti li fa il Fatto quotidiano. Le due conduttrici nella bufera per la qualità e per il calo di ascolti del programma su cui l’Ammiraglia Rai tutto punta per la domenica: inutile girarci intorno, Domenica in con L’Arena di Massimo Giletti  raggiungeva il 22 per cento di share. Quest’anno le Parodi hanno fatto registrare uno share oscillante tra il 9,1 e l’11,1% mentre la corazzata- Barbara D’Urso su Canale 5 veleggia tra il 16,8 e il 18,4 per cento. Non c’è partita e non c’è tregua.

Freccero: “Tagliate Domenica in”

Il consigliere d’amministrazione Carlo Freccero in un Cda che i rumors definiscono tempestoso ha preso di petto il  futuro di due programmi di Rai1 attualmente sotto accusa per i bassi indici di ascolto: “Celebration” di Serena Rossi e Neri Marcore che va in onda il sabato sera e “Domenica In”, entrambi intorno all’11% medio di share. Il sito affaitaliani.it rivela che Carlo Freccero, ex direttore di rete e uno che di televisione si intende avrebbe chiesto ufficialmente cure drastiche: la chiusura anticipata di “Celebration” e un taglio, ossia una versione di durata più ridotta per “Domenica In”. Brutto affare. Su “Domenica in”, avrebbe fatto capire il dg Rai Mario Orfeo, «aggiustamenti ci saranno. E forse anche, ma per motivi fisiologici legati alla dinamica del palinsesto, accorciamenti».