Degrado capitale, agguato di balordi al clochard: solo per postare la bravata sul web (VIDEO)

No, stavolta lo squadrone punitivo non è composto da immigrati violenti, ma da una comitiva di giovani romani decisi a trasformare un normale venerdì sera come tanti in un incubo per qualcuno. Si aggiriano annoiati per la capitale, tra locali e strade della movida romana  a un passo dalla centralissima Largo Argentina. Sono un gruppetto di amici neppure ventenni, si aggirano annoiati quando sono già le due di notte e decidono di prendere di mira una preda scelta a caso: possibilmente qualcuno che non sia in grado di difendersi, qualcuno da vessare senza motivo per poi immortalare le Vigliacchissime gesta sul social di turno. Protagonisti di un ormai scontato quarto d’ora più che di celebrità, di infamia digitale. Il video è riportato sul sito del Messaggero, che lincheremo per chi volesse documentarsi sull’ultimo sfregio alla dignità umana puntualmente amplificato sul web.

Gang di balordi sputa al clochard e posta il video in rete

La bravata per questa volta non tracima nel dramma: la gang, che ormai non si può più definire “baby”, si avvicina a un clochard avvolto nei suoi pochi stracci per la notte e qualcuno gli sputa in facci,a mentre altri gli danno del sudicio: un gesto aggressivo, insulso e vile, che puntualmente viene registrato dalla banda di perditempo, probabilmente solo per poter essere poi pronto a venir postato per qualche ora su Instagram, il social più gettonato del momento. Il resto è inutile discriminazione sulle simpatie politiche di quello che è un semplice gruppetto di balordi a caccia di emozioni trasgressive e di vittime da calpestare. I protagonisti di questo agguato gratuitamente perfido e inutilmente offensivo sono semplicemente dei miserabili disperatamente in cerca di occasioni per sfogare una violenza coltivata in nome di un vuoto etico e di una totale assenza di riferimenti morali e, probabilmente, emotivi.