Columbus Day, parata e proteste. I conservatori: giù le mani da Colombo (Video)

“Gli italiani devono essere orgogliosi di Cristoforo Colombo. Non rinunceranno a questo simbolo senza combattere”: a parlare così è Steve Bannon, nel giorno della tradizionale parata del Columbus Day – il 9 ottobre – rivolto agli italoamericani che hanno sfilato a New York sulla Fifth Avenue orgogliosi della loro identità e delle loro origini. Un’intervista a Bannon su questo tema sarà trasmessa oggi da Canale5 nel corso del Tg delle 20. Ma le polemiche e le proteste hanno pesato su una giornata dedicata a Colombo a partire dal 1937, per volontà del presidente Franklin Delano Roosevelt: in molte università come Berkeley si sono svolti sit-in per denunciare quello che per i critici viene considerato non il più famoso navigatore di tutti i tempi, ma colui che ha dato vita a una storia di repressione. Il politico conservatore Tucker Carlson, commentatore per Fox News, ha attaccato la sinistra che se la prende con Cristoforo Colombo: “Hanno trovato l’unico immigrato – ha detto – che non avrebbe diritto a venire in America”. E ancora, secondo Carlson, ciò a cui stiamo assistendo non è un attacco a Colombo ma un assalto all’Occidente stesso, che si svolge all’interno dell’Occidente, per uccidere i valori della tolleranza e della razionalità.