Choc a Catania, violenza sessuale su un 16enne appena operato: arrestato un infermiere

Un orrore senza fine, quello che è stato costretto a subire un povero 16enne appena operato e ancora dolorante. Sono stati i genitori del ragazzo a denunciare la violenza sessuale perpetrata da un infermiere al figlio – quando il giovane degente era in uno stato di malessere e di confusione, come normalmente accade nella fase post-operatoria – sono stati i genitori della vittima.

Catania, violenza sessuale su un 16enne appena operato

Al termine di indagini e riscontri, che hanno previsto anche la testimonianza del compagno di stanza del paziente abusato, i carabinieri hanno arrestato un infermiere di 41 anni per violenza sessuale e sostituzione di persona. Come anticipato, l’indagine ha preso spunto dalle dichiarazioni dei genitori di un ragazzo di 16 anni che, durante lo scorso mese di agosto, ricoverato nel reparto di chirurgia dell’ospedale di Paternò, dopo essere stato sottoposto ad un intervento chirurgico, sarebbe stato palpeggiato dall’infermiere, il quale, approfittando della situazione di malessere post-operatoria del giovane, avrebbe infierito sul giovane. In base a quanto ricostruito, l’uomo si sarebbe introdotto più volte nella stanza e, con la scusa di effettuare un massaggio, lo avrebbe accompagnato nel bagno baciando le parti intime del ragazzo. Una situazione avvenuta nonostante la presenza nella stessa camera di un altro paziente, che, sentito dai Carabinieri, avrebbe confermato di fatto il quadro accusatorio.