Spunta nella curva laziale una vecchia foto di Anna Frank “romanista”. Ed è bufera

È bufera sui tifosi della Lazio dopo il ritrovamento, in Curva Sud, all’Olimpico, di adesivi con l’immagine di Anna Frank con la maglia della Roma e alcune scritte antisemite. Gli ultras della Lazio, trasferiti temporaneamente nella Sud dopo la squalifica della Curva Nord per cori razzisti, durante la partita col Cagliari di domenica sera avrebbero lasciato quegli adesivi e quei volantini offensivi come “eredità” per i rivali della Roma. «Questa non è una curva, questo non è calcio, questo non è sport. Fuori gli antisemiti dagli stadi», tuona la presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello su twitter, postando una foto che ritrae degli adesivi tra cui uno con la foto di Anna Frank che indossa la maglia della Roma e un altro con la scritta ”Romanista ebreo”.  

L’episodio degli adesivi antisemiti nella curva Sud dell’Olimpico, occupata dai tifosi della Lazio,  è ora al vaglio della procura Figc. Il procuratore federale Giuseppe Pecoraro, una volta analizzata la vicenda, deciderà come procedere. E’ probabile l’apertura di un’inchiesta che potrebbe portare a un deferimento del club biancoceleste.

Il fotomontaggio di Anna Frank, comunque, è roba vecchia e risale al 2013, quando per le strade della Capitale erano comparse queste “figurine” attaccate ai muri o alle fermate degli autobus, subito rimosse, senza che fosse mai individuato il responsabile.