Bimba di 7 anni colpita da tetano: c’è la conferma. Niente vaccino, è scontro

Adesso arriva la conferma: la bimba di 7 anni ricoverata il 7 ottobre scorso all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino ha il tetano. «La diagnosi clinica ci ha permesso di stabilire con certezza che si tratta di un caso di tetano», spiega il dottor Giorgio Ivani, primario della Rianimazione dell’ospedale torinese, dove la piccola resta ricoverata.

La bimba di 7 anni ora è stata vaccinata

Gli esami hanno inoltre confermato che la bambina non era vaccinata. Come suggerito dagli infettivologi della Città della Salute e come previsto dalla prassi, è stata ora vaccinata. Le sue condizioni cliniche stanno migliorando, anche se resta in rianimazione, «dove può essere tenuta sotto stretto controllo per almeno un mese, periodo in cui, benché cosciente e orientata, non è da escludere una crisi». Rimane ignoto come la bimba abbia contratto la malattia, visto che apparentemente non presenta segni di ferite. «La letteratura – spiega Ivani – indica un rischio di crisi per almeno trenta giorni». Il caso riaccende le polemiche sui no-vax e scatta la psicosi. Come si legge sulla Stampa, subito dopo il ricovero della bambina c’è stata una corsa ai vaccini.  Più di cento in due giorni.