Bergoglio rifiuta l’ambasciatore designato dal Libano: è massone

Papa Bergoglio rifiuta di dare il suo gradimento all’ambasciatore del Libano in Vaticano perché massone. Lo si apprende dal Messaggero, in un articolo bene informato di Franca Giansoldati, che ricorda anche il precedente mancato placet all’ambasciatore designato dalla Francia perché omosessuale.

“La questione dei requisiti che occorrono per ottenere l’agreement è ritornata alla ribalta in questi giorni – scrive Franca Giansoldati – in occasione della visita a Roma del presidente libanese Hariri. La scorsa settimana è stato in visita in Vaticano e durante il colloquio con Papa Francesco si è sentito ripetere che il nome dell’ambasciatore libanese che aveva individuato non sarebbe mai passato. Il motivo del diniego si trovava racchiuso nell’appartenenza del diplomatico ad una loggia massonica”. Un problema che Hariri si sarebbe impegnato a risolvere mentre l’ambasciatore silurato precisava alla stampa “di avere effettivamente avuto dei legami con la massoneria francese ma senza però averne mai fatto parte”.