Battisti scarcerato, Gasparri: «Alfano svegliati, l’Italia prende solo schiaffi»

Cresce in Italia l’indignazone per la vergognosa vicenda di Cesare Battisti, il terrorista comunista che la magistratura brasiliana ha scarcerato. «Era scappato, è stato preso e si sperava che questa volta finalmente venisse in Italia per scontare l’ergastolo o il carcere del 41 bis come merita un terrorista che ha ucciso molti italiani e che sfugge alla condanna da molto tempo», ha affermato Maurizio Gasparri in un video. «Invece la magistratura brasiliana ha incredibilmente riconosciuto i suoi “diritti” e l’ha scarcerato. Chiediamo al governo italiano di richiamare subito l’ambasciatore italiano dal Brasile. Non è che per il caso Regeni si fa quasi una guerra mondiale e per il caso di Cesare Battisti, che ha ucciso degli italiani, si sta zitti».

Gasparri: «Battisti scarcerato, lo vogliamo all’ergastolo»

«Alfano svegliati», incalza Gasparri, «bisogna richiamare l’ambasciatore italiano in Brasile, contestare la magistratura brasiliana che deve rispondere di questo suo misfatto, che è una vergogna, uno schiaffo all’Italia e alle vittime di quel terrorista comunista. Il Brasile si deve vergognare di avere magistrati che premiano ancora una volta un terrorista, dopo i vari presidenti della repubblica che avevano vezzeggiato questo assassino. Alfano svegliati, Gentiloni reagisci, Cesare Battisti lo vogliamo all’ergastolo».