Alfano regala 18 milioni di euro ai Paesi in via di sviluppo: e gli italiani?

Nuova sorprendente iniziativa del governo italiano: il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha presieduto il Comitato Congiunto per la Cooperazione allo Sviluppo, dove ”abbiamo approvato un pacchetto di programmi e iniziative per un ammontare complessivo pari a oltre 18 milioni di euro, indirizzati verso Paesi di tutte le principali aree geografiche, dall’Africa al Medio Oriente, dall’Asia all’America Latina”, ha commentato il capo della Farnesina in una nota. ”Per quanto riguarda l’Africa, ci siamo concentrati sulla regione del Corno, con interventi per Somalia e Gibuti di oltre 3 milioni di euro a favore del rafforzamento dei servizi di salute materno-infantile e del miglioramento della qualità dei servizi sanitari di un ospedale. Abbiamo inoltre destinato gli ultimi residui del Fondo Africa a due progetti per il miglioramento del sistema delle registrazioni civili per il diritto dei minori all’identità in Etiopia (un milione) e a un’iniziativa volta a sviluppare la consapevolezza comunitaria sui rischi delle migrazioni irregolari in Africa Occidentale (800 mila euro)”, ha proseguito Alfano. ”In Medio Oriente, abbiamo riservato alla crisi siriana 4 milioni per iniziative destinate a promuovere l’accesso dei rifugiati siriani in Giordania e Libano a educazione, servizi sanitari e mezzi di sussistenza. Abbiamo inoltre finanziato interventi a sostegno degli sfollati nel Kurdistan iracheno e per l’accesso ai servizi sanitari e alla formazione professionale in Palestina”. Infine, ha concluso Alfano, per quanto riguarda l’America Latina “abbiamo deciso di sostenere un programma per l’inclusione scolastica in El Salvador”.