Vip in fuga da M5S: Fiorella Mannoia la prima. Poi attori, cantanti e non solo

Tutti in fuga dal Movimento cinque stelle. Con Luigi Di Maio candidato premier intellettuali, vip, testimonial e «padri nobili» stanno tagliando tutti la corda. E, come si legge sul Giornale, per rendersene conto basta guardare il palco di Rimini.  Alla voce artisti, a “Italia 5 Stelle”, hanno fatto il pieno i «peones». Molti degli attivisti arrivati sul pratone del Park Rock si saranno chiesti chi fossero i The Hangover, oppure tal Francesco Fiumara, e ancora i Pekaboom e Dj Max Vasselli. Per fortuna c’era  Giovanni Baglioni, figlio di Claudio e chitarrista acustico. È rimasto deluso chi si aspettava il rapper Fedez, Sabina Guzzanti oppure l’attore Claudio Santamaria. Tutti presenti il 24 gennaio 2015 a Roma, in piazza del Popolo. I vip scappano chi in silenzio e chi dicendolo apertamente. L’ultimo “vaffa” è firmato da Sabrina Ferilli, fino a qualche mese fa amazzone di Virginia Raggi. Anche Carlo Verdone si è stancato dei grillini, e della Raggi. Dopo l’endorsement dell’anno scorso, ecco le sue ultime parole: «Servirebbe un sindaco con le palle, ma ora non c’è». Con l’astensione del Movimento Cinque Stelle sullo ius soli, era stata Fiorella Mannoia a salutare Grillo e i suoi: «Sono stufa di loro, fanno il pesce in barile per non scontentare qualche elettore». Alla lista dei vip delusi va aggiunto il regista Paolo Virzì: «Sono violenti e antidemocratici».