Venezia, altro che palmares: è stato il Festival di Jane Fonda e Robert Redford (VIDEO)

Mostra del cinema di Venezia, il giorno dopo. La giuria presieduta da Annette Bening ha scelto e incoronato con il Leone d’oro per il miglior film, il premio più importante del festival, il regista di The Shape of Water, Guillermo del Toro: la storia del film, ambientato nel 1962, mescola fantasy e incubi metropolitani, passato nebuloso e futuro incerto, e nella cornice della Guerra Fredda, incastona il racconto dell’incontro tra una donna delle pulizie, interpretata da Sally Hawkins, e una strana creatura, scoperta nel laboratorio governativo in cui lavora, e al centro di un esperimento su forme di vita primordiali. L’incontro, neanche a dirlo, porterà a un rapporto sessuale e sentimentale:il tutto in una sorta di peana tra l’onirico e il documentaristico dedicato all’amore chiamato a vincere, ancora una volta, su paura e diffidenza. Il resto del palmares è la cronaca di premi e riconoscimenti equamente spartiti tra i titoli in cartellone al Lido. Ma quello che resterà fuori dai palmares e dalle polemiche, dai rimpianti e dalle recriminazioni, è quello che più ha segnato l’immaginario e divertito il pubblico: i look improbabili di star e starlette. Gli applausi stentati e le stanche dissertazioni su politically correct e deviazioni sul tema; la melassa buonista dispensata a generosi dosi sul tema dei flussi migratori che ha imperversato in questa edizione della Mostra n.74 e, soprattutto e sopra a tutti, i mitici Robert Redford e Jane Fonda, che a Venezia hanno portato lo struggente Our Souls at Night, protagonisti assoluti di un cinema che affabula e incanta. Anche fuori dal set.

Tutti i premi della Mostra

Kamel El Basha, protagonista de L’insulte, è stato premiato per la miglior interpretazione maschile e l’intramontabile bellezza e bravura di Charlotte Rampling (che ha recitato in Hannah) ha fatto la differenza tanto da farla svettare su tutte per la miglior interpretazione femminile. Charlie Plummer, attore di Lean on Pete, ha vinto il premio Marcello Mastroianni, per il miglior attore emergente. Ma vediamo, di seguito, l’elenco di premi e premiati.

1) Leone d’oro per il miglior filmThe Shape of Water di Guillermo del Toro

2) Gran premio della giuriaFoxtrot di Samuel Maoz

3) Leone d’argento per la miglior regia: Xavier Legrand per Jusqu’à la gard 

4) Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile: Charlotte Rampling per Hannah

5) Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile: Kamel El Basha per L’insulte

6) Miglior sceneggiatura: Martin McDonagh per Tre manifesti a Ebbing, Missouri

7) Premio Marcello Mastroianni (a un attore emergente): Charlie Plummer per Lean on Pete

8) Premio speciale della giuriaSweet Country di Warwick Thornthon

9) Miglior film della sezione OrizzontiNico, 1988 di Susanna Nicchiarelli

10) Premio Leone del futuro per la miglior opera primaJusqu’à la garde di Xavier Legrand