Uragani, non c’è tregua: Maria è peggio di Irma. E José punta su New York (VIDEO)

Uragani, non c’è tregua: dopo le devastazioni portate da Harvey e Irma, adesso è la volta di Maria che punta su Proto Rico, e di José, pronto a minacciare la costa orientale degli Stati Uniti. Flagelli che arrivano solo per ultimi in questo settembre che definire terrificante per tutta l’area caraibica è dire poco.

Uragani, non c’è tregua: Maria sui Caraibi, Josè minaccia New York

L’uragano Maria ha toccato terra la notte tra lunedì e martedì nell’isola di Dominica, nelle Antille Minori, con venti violentissimi arrivati a soffiare fino a 260 chilometri all’ora, seminando panico e distruzione ovunque al suo passaggio. Di contro, l’uragano José avanza in queste ore inesorabilmente verso nord nell’Atlantico, e fa rotta verso la costa orientale degli Stati Uniti, minacciando anche l’area di New York e del New Jersey. Secondo quanto si legge sul web, diffuso dal centro nazionale degli uragani, «la perturbazione che interesserà la costa dei due Stati è destinata a crescere di potenza», anche se non è ancora certo che arrivi a impattare pesantemente con la terra, anche se, cautelativamente, è stata emanata un’allerta per le zone costiere a causa dei venti forti e delle piogge che potrebbero comunque causare allagamenti. Sorvegliata speciale è Long Island, ma venti forti e minacciosi nelle prossime ore potrebbero abbattersi violentemente anche proprio sul centro di New York. Sempre secondo gli esperti, però, José dovrebbe indebolirsi entro questa settimana, complice anche un generale miglioramento delle condizioni meteo.