Una clochard aveva nel reggiseno 700 euro: 27enne tunisino la rapina

Milano, la zona dove la violenza si consuma è il Bronx della Stazione Centrale: lì intorno, un tunisino 27enne minaccia col coltello e deruba una senzatetto ucraina che custodiva 700 euro nel reggiseno. Fermato, aggredisce pure gli agenti. Vittima e carnefice sono due stranieri e purtroppo, ancora una volta, a rimetterci sono stati anche i poliziotti intervenuti per ristabilire l’ordine: per fortuna, però, si è riusciti ad evitare il peggio. 

Milano, tunisino rapina un clochard e aggredisce gli agenti

Tutto si consuma nel giro di pochi ma concitati attimi nel tardo pomeriggio di ieri (mercoledì 6 settembre), quando un tunisino 27enne, prima rapina 700 euro a una clochard disabile e dopo aggredisce gli agenti intervenuti per arrestarlo. L’immigrato, con precedenti penali, aveva appena minacciato di usare un coltello, brandendo l’arma contro una senzatetto ucraina che aveva il suo giaciglio in un angolo di piazza Duca d’Aosta, vicino alla stazione ferroviaria di Milano. La vittima, per paura di essere aggredita, ha immediatamente consegnato al giovane tunisino i 700 euro che nascondeva nel reggiseno. Allertati dai passanti impauriti dalle grida, gli agenti di polizia hanno rintracciato e fermato l’uomo in via Vittor Pisani, mentre si allontanava dal luogo della rapina. La situazione è degenerata quando il ragazzo ha reagito, aggredendo uno degli agenti. Dopo aver riportato tutto alla normalità, i poliziotti hanno arrestato l’uomo con l’accusa di rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. E per questa volta si è evitato il peggio…