Trump vuole cancellare il programma di Obama per i figli degli immigrati

Donald Trump vuole mettere fine a un’altra legge voluta da Barack Obama. Il ministro della Giustizia Jeff Sessions ha annunciato che non accetterà più domande di ammissione al programma Daca (Deferred Action for Childhood Arrivals), che metteva al riparo dall’espulsione i cosiddetti “dreamers”, i figli di immigrati irregolari. Tuttavia, gli attuali 800mila  beneficiari del programma non saranno toccati da quella che è stata  definita una “ordinata chiusura” dell’iniziativa voluta nel 2012 da Obama.

Sessions ha stabilito che nell’introdurre il Daca Obama aveva bypassato il Congresso, responsabile della legislazione in materia di  immigrazione. Si è trattato, ha detto, di «un esercizio di autorità anticostituzionale da parte del potere esecutivo». Il Daca, ha sostenuto Sessions, ha comportato un aumento di ingressi negli Stati Uniti di minori non accompagnati e una perdita di posti di lavoro per i cittadini Usa.

La gradualità con la quale verrà smantellato il Daca, ha detto ancora il ministro della Giustizia, consentirà al Congresso di legiferare sulla questione, se lo riterrà necessario. I funzionari dell’immigrazione continueranno a gestire le domande di rinnovo per i  prossimi 6 mesi e consentiranno ai beneficiari del programma di  mantenere la protezione fino al 2019.