Trump attacca l’Onu: è come un’azienda decotta, alti costi e risultati deludenti

«Non vediamo risultati in linea con gli investimenti». Sceglie parole da manager più che da politico il presidente americano Donald Trump per chiedere una riforma delle Nazioni Unite. Intervenuto ad un evento organizzato all‘Onu alla vigilia dell’apertura dell’Assemblea generale, Trump ha sottolineato che l’Onu è stato creato con «nobili obiettivi» e deve riconquistare la fiducia della gente nel mondo.

«Negli ultimi anni l’Onu non ha raggiunto il suo pieno potenziale a causa di burocrazia e cattiva gestione», ha detto il presidente americano, secondo il quale abbiamo assistito ad una crescita dei costi dell’organizzazione «ma non abbiamo visto risultati in linea con questo investimento».

Trump ha lodato il nuovo segretario generale dell’Onu Antonio Guterres per aver cambiato l’andamento da «ordinaria amministrazione  abbandonando le cose del passato che non funzionavano» e lo ha esortato d operare tagli nei costi. L’intervento di Trump all’evento Reforming the United Nations: Management, Security, and Development, avviene alla vigilia del suo primo e atteso discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.