Terrorismo, due arresti in Francia: avevano materiale per una bomba

Un nuovo allarme terrorismo scuote la Francia: due persone sono state fermate dopo che la polizia ha scoperto materiale adatto a confezionare esplosivi in un appartamento vuoto a Villejuif, nella Valle della Marna, a 8 chilometri da Parigi.

La procura di Parigi indaga per terrorismo

Ad allertare le forze di polizia è stata una chiamata da parte di un idraulico che lavora nel condominio. La polizia ha sequestrato delle bombole di gas e dei fili elettrici. I fermati sono l’inquilino dell’appartamento e un suo amico, rintracciati in un altro comune poco a sud di Parigi, Kremlin-Bicetre. La sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha aperto una inchiesta. La notizia, riportata da Le Figaro, è trapelata da fonti di polizia e inizialmente si era diffusa l’informazione che si trattasse di perossido di acetone, l’esplosivo noto come “madre di Satana” già usato dall’Isis per attentati nelle città europee. 

 

La Francia nel mirino: il precedente a Villejuif

Non è la prima volta che la città  di Villejuif, un comune dell’Ile-de-France di 55mila abitanti, finisce collegato a fatti di terrorismo. Nell’aprile del 2015 un uomo uccise una donna con un colpo di pistola, mentre si apprestava a compiere un attacco in una chiesa della città.