Stupro in Friuli, 50enne abusa di una bambina di 12 anni nei bagni di un bar

Ancora una videnda di abusi e violenze fisiche e psicologiche ai danni di una monore. Un uomo che vive a Venezia, italiano, 50 anni è stato arrestato questa notte dai carabinieri di Cividale del Friuli per violenza sessuale su una bambina friulana di meno di dieci anni di età. Un orrore. L’orco adesso è in carcere e gli inquirenti, coordinati dalla Procura di Udine, stanno cercando di fare piena luce sul terribile episodio che lascerà tracce incancellabili nella vita della ragazzina. A quanto si è potuto apprendere fino a ora, nel pomeriggio l’uomo, tra i 40 e i 50 anni, ha avvicinato una bambina in un locale pubblico di un paese della zona del Cividalese e l’ha toccata o si è strusciato su di lei nella stanza dei servizi igienici. I due non hanno legami di parentela tra loro e l’incontro sarebbe stato del tutto casuale, leggiamo sul Messaggero.  Dopo aver abusato della bimba, l’uomo si è allontanato dal bagno e la bambina è corsa da un parente sconvolta raccontando quello che le era successo poco prima. I parenti della bambina hanno inseguito l’uomo e hanno chiamato i carabinieri.

Stupro, la bimba nelle mani degli psicologi

Il quadro è stato subito chiaro, per le tracce che anche lui aveva addosso e per altri elementi raccolti sul posto nell’immediatezza dai militari dell’Arma. A quel punto il veneziano è stato arrestato per stupro. Adesso, con l’aiuto di una psicologa e con tutte le cautele del caso, la bimba sarà sentita per una ricostruzione della terribile vicenda. «Possiamo solo confermare l’atteggiamento della piccola vittima che pur in questa situazione delicata ha subito raccontato la vicenda consentendo di assicurare alla giustizia l’autore delle molestie». È il commento dl Procuratore di Udine Antonio De Nicolo all’arresto dell’uomo. «Sulla vicenda serve il massimo riserbo – ha concluso il Procuratore capo – e non vanno divulgati altri dettagli».