Rimini, studentessa spagnola denuncia uno stupro: “Erano in due”

Una studentessa Erasmus spagnola poco più che 20enne ha riferito ai carabinieri di essere stata violentata, forse da due uomini italiani. Nel tardo pomeriggio di sabato si è presentata alla caserma di Rimini per sporgere denuncia. La ragazza ha riferito solo alcuni flash, ricordi annebbiati probabilmente dall’assunzione di alcol. Lo stupro sarebbe avvenuto nella notte tra venerdì e sabato. 

La giovane in Italia per l’Erasmus ha raccontato di aver conosciuto prima un uomo poi l’altro in una discoteca e dopo aver bevuto in compagnia di questi alcuni drink si sarebbe appartata. Non ricorderebbe la presunta violenza, né avrebbe dato una descrizione dei due uomini. Poi ha un vuoto di memoria di circa due ore, ricorda poche cose tra cui quella di aver avuto un rapporto. Ha detto di essersi ritrovata all’esterno del locale e qui ha incontrato una sua amica che stava andando via e alla quale, in un primo momento, ha detto solo di aver avuto un rapporto sessuale. La compagna l’ha portata a casa. Quando si è svegliata la studentessa ha accusato dolore alle parti intime e si sarebbe resa conto di essere stata violentata. È stata quindi accompagna in pronto soccorso dove i medici hanno riscontrato lievi lesioni esterne che non escluderebbero però una possibile violenza sessuale. Quindi la giovane si è rivolta ai carabinieri per sporgere denuncia.

Le indagini, svolte con estremo riserbo, ora tenteranno di ricostruire le ore in cui si sarebbe consumata la violenza, intorno all’1 di notte, senza escludere alcuna pista. I militari hanno in carico i filmati delle telecamere di videosorveglianza da analizzare. Risentiranno anche la ragazza,che nel frattempo potrebbe riuscire a fornire altri elementi utili per le indagini. Il segue di un mese la vicenda del branco che ha stuprato una ragazza polacca sulla spiaggia e poi un transessuale.