Spagna, per il referendum la Guardia civil “commissaria” la polizia catalana

sabato 23 settembre 15:35 - di Redazione
spagna

Le forze di sicurezza catalane saranno coordinate da oggi in poi dal ministero degli Interni spagnolo. La misura riguarderà tutte le azioni che serviranno a impedire il referendum del primo ottobre sull’indipendenza della Catalogna, considerato illegale dal governo centrale della Spagna.

A Barcellona il vertice sulla sicurezza 

Secondo quanto riferito al termine di una riunione convocata a Barcellona dalla procura del Tribunale supremo catalano con i vertici della polizia nazionale, della Gurdia civil e dei Mossos d’Esquadra (la polizia catalana), a coordinare tutte le forze di sicurezza sarà Diego Perez de los Cobos, colonnello della Guardia civil e alto funzionario della segreteria di Stato per la sicurezza. Fonti del ministero degli Interni spagnolo hanno precisato che il provvedimento non prevede una revoca delle competenze ai Mossos d’Esquadra, ma è stato preso per creare un coordinamento centrale di tutte le forze come è già avvenuto il mese scorso dopo gli attentati terroristici di Barcellona e Cambrils.

In Spagna tensione ancora alta

La decisione è arrivata a pochi giorni dagli arresti di 14 funzionari catalani coinvolti nell’organizzazione del referendum – che il presidente della Generalitat di Catalunya, Carles Puigdemont, insiste nel sostenere che si svolgerà regolarmente – e dal sequestro di dieci milioni di schede elettorali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *