Spaccano la faccia a una 22enne per 5 euro: gli aggressori sono due stranieri

L’hanno aggredita, sorpresa alle spalle, spinta a terra, massacrata di botte al volto e poi le hanno portato via il poco che aveva: cinque euro. L’assurda, tragica serata di una giovane ragazza di 22 anni, Laura M., di Pomezia, conclusasi con il ricovero all’ospedale San Camillo dove, come riportato dal  Tempo, è stata sottoposta ad un delicato intervento al viso per ricostruirle il setto nasale. Dalle prime indagini risulterebbe che i due malviventi fossero due immigrati che, in quei giorni, passeggiavano abitualmente per quella zona e al passaggio della giovane, l’avrebbero aggredita con molta violenza. Poi, dopo averla messa ko, i due avrebbero iniziato a frugare nella borsetta della ragazza, portandole via il telefono cellulare e cinque euro in monetine. La ragazza, nonostante le botte subite al volto, è riuscita comunque a chiedere aiuto e ad avvisare i Carabinieri che sono subito accorsi sul luogo dell’aggressione.

Le telecamere inchioderanno i due immigrati

All’arrivo dei Carabinieri la ragazza ha raccontato tutta la vicenda, spiegando che uno dei due aggressori indossava una felpa rossa ma, a causa delle botte ricevute e del buio della sera, non ha potuto vedere altri dettagli per identificarli al meglio. Per fortuna la zona è sorvegliata dalle telecamere di sicurezza che dovrebbero aiutare i Carabinieri a scoprire il volto degli aggressori, i quali molto probabilmente seguivano la ragazza già alcuni metri prima e quando lei è arrivata in una zona buia della strada sono entrati all’azione, aggredendola alle spalle per portarle via la borsetta.