Soros guida gli “alieni”mondialisti: lo dice Netanyahu jr. Ed è bufera

Che George Soros sia uno dei bersagli preferiti degli antiglobalisti e dei complottisti di tutto il mondo è cosa risaputa. Ed è altrettanto noto che simili attacchi, vista l’origine ebraica del miliardario “filantropo” , vengono normalmente gabellati come espressione di antisemitismo. Ma che l’ultima bordata arrivi nientemeno che dal figlio del premier israeliano è cosa a dir poco clamorosa. Fatto sta che Yair Netanyahu, per l’appunto rampollo del capo del governo Benjamin, ha scatenato un vero e proprio putiferio in Israele. E non solo.

Che ha combinato il ventiseienne Yair? Ha postato su Facebook un’immagine, “la catena del cibo”, in cui Soros, orchestra come burattini, in sequenza, i “rettiliani” (creature aliene che secondo certa letteratura pop sarebbero infiltrate tra gli umani e governerebbero il mondo), poi una figura avida molto simile al “mercante felice” Ehud Barak (ex premier e ministro della Difesa israeliano), Eldad Yaniv, oppositore di Netanyahu .

Colpi bassi della polemica politica israeliana? E’ probabile. Vale la pena ricordare che la moglie di Netanyahu è finita in questi giorni nel tritacarne mediatico per via di alcune spese sospette che sarebbero state effettuate con fondi pubblici. E l’opposizione ne ha tratto spunto per attaccare il premier. Ma che c’entra in tutto questo Soros? Ah, saperlo…