«Sono stanca e senza lavoro»: italiana si getta dalla finestra di un hotel a Roma

Dramma della disperazione. Una donna italiana di 50 anni si è tolta la vita gettandosi dai piani alti di un hotel del centro a Roma: è morta sul colpo dopo un volo finito su un tratto di via Rasella. Come riporta il Messaggero, la donna aveva preso una camera dell’albergo da dove poi si è lanciata nel vuoto alle tre di notte. Sul posto sono intervenuti la polizia e l’ambulanza. Inutile ogni tentativo di salvarla.

Prima il biglietto, poi il suicidio

Gli investigatori hanno rinvenuto un biglietto. Con bella calligrafia, la donna ha scritto di essere stanca di non trovare un lavoro dopo tanti anni di precariato. Poi ha ringraziato un sacerdote che l’ha aiutata e ha chiesto scusa al personale dell’hotel: «Spero che il mio gesto non porti problemi al vostro lavoro». Sono gli agenti del commissariato di zona ad indagare. Almeno durante il primo sopralluogo non ci sarebbero dubbi che si tratti di suicidio. La porta d’ingresso della camera è stata trovata chiusa dall’interno. Nessun segno di effrazione o colluttazione. Erano due giorni che la donna aveva preso la stanza. «Sembrava una normale cliente» dice un dipendente.