Smartphone e tablet: rischio miopia per i ragazzi. Le regole su come usarli

Miopia, affaticamento visivo. L’esposizione continua agli schermi, dai telefonini ai computer, ha effetti deleteri sulla vista dei ragazzi. E in Francia gli esperti lanciano l’allarme: dai 16 ai 24 anni i ragazzi corrono gravi rischi. 

I consigli su come usare tablet e smartphone

La conseguenza dell’eccesso di tempo trascorso davanti ai dispositivi è un calo della vista in questa fascia d’età, registrato dai dati 2017 della salute visiva dell’associazione nazionale francese per il miglioramento della vista (Asnav). I ragazzi, in particolare, usano per almeno 4 ore al giorno lo smartphone. E così il 41% degli adolescenti d’oltralpe ammette di avere, genericamente, problemi a vedere lontano: erano solo il 29% nel 2016. Aumentati tra i 16 e i 24 anni anche l’affaticamento visivo (40% contro il 36 dello scorso anno), la miopia (30% contro il 25%) e l’astigmatismo (18% contro il 14% en 2016). Gli esperti dell’Asnav invitano i ragazzi a ridurre i tempi di esposizione, intermezzando la visione con pause di 5 – 10 minuti, guardando lontano (almeno 5 metri) preferibilmente alla luce naturale.