Sisma in Messico, strage di bambini: sono 32 le vittime del crollo della scuola (Video)

Sisma in Messico, un disastro di dimensioni epocali che, via via che passano le ore, aggiorna la sua portata apocalittica incrementando orrore e morte. E allora, dalle macerie della scuola crollata nella capitale, dove stanno incessantemente lavorando dalla notte scorsa soccorritori, agenti e volontari, i corpi dei piccoli che non ce l’hanno fatta sono aumentati: e il bilancio della strage sismica si aggiorna dalle 21 vittime inziali alla 32 annunciate poco fa.

Sisma in Messico, scuola crollata: 32 le vittime

Dunque, dopo il violento terremoto di magnitudo 7,1 della scala Richter che ha colpito ieri sera il Paese,  secondo l’emittente Televisa, che cita le squadre di soccorso, almeno 32 bambini e cinque adulti sono morti nel crollo dell’edificio scolastico, mentre 11 persone sono state recuperate in vita. I soccorritori al lavoro senza tregua tra le macerie del crollo, sperano tuttavia di riuscire a salvare ancora delle persone sotto i detriti: Televisa indica in 14 il numero dei dispersi e cita un responsabile dei soccorsi secondo cui c’è chi sarebbe in contatto con una maestra che si trova insieme ad un bambino sotto l’edificio crollato. Nell’istituto privato Enrique Rebsamen studiavano 400 alunni, divisi in due edifici tra l’asilo, la scuola primaria e la secondaria.

Altre 22 scosse di assestamento

Dopo il sisma di magnitudo 7,1 della scala Richter di ieri in Messico sono state registrate almeno altre 22 scosse di assestamento, la più forte delle quali di magnitudo 4. Lo ha reso noto la direttrice del Servizio sismologico nazionale, Xyoli Pérez Campos, ricordando che l’epicentro del terremoto registrato alle 13.14 ora locale di ieri è stato rilevato 12 chilometri a sudest di Axochiapan, nello stato di Morelos.