Siria, Assad più forte del golpe jihadista: la Siria verso la normalità (video)

I colloqui di Astana hanno avuto successo e il presidente siriano Assad sta lentamente riportando la Siria alla pace. L’agenzia delle Nazioni Unite World Food Programme (Wfp) ha raggiunto via terra, per la prima volta da maggio 2014, alcune zone precedentemente assediate della città di Deir Ezzor, nel nordest della Siria. Lo conferma lo stesso Wfp dopo che nell’ultimo anno e mezzo le consegne di cibo salva-vita e di altri rifornimenti umanitari alle famiglie intrappolate nella città sotto assedio sono state rese possibili solamente grazie a costosi lanci di cibo da alta quota. Il Wfp ha inviato cinque camion con sacchi di farina di grano per 70mila persone nella città di Deir Ezzor attraverso una strada che collega i governatorati di Homs e Deir Ezzor via Salamiyah Rocad, nella Siria occidentale. La farina di grano completerà le razioni alimentari fornite da altre organizzazioni umanitarie. L’agenzia Onu prevede di poter iniziare già nei prossimi giorni le consegne di razioni alimentari regolari del Wfp e cibo pronto all’uso. “Poter raggiungere la città di Deir Ezzor via terra è una vera svolta che consentirà un accesso umanitario più prolungato per raggiungere migliaia di persone intrappolate da oltre tre anni in quell’area – ha detto Jakob Kern, direttore e rappresentante del Wfp in Siria -. La fine delle operazioni aeree comporterà anche significativi risparmi nei costi, che permetteranno al Wfp di fornire assistenza alimentare vitale ad un numero maggiore di persone che, in Siria, hanno urgente bisogno di aiuto”. Con la ripresa delle consegne via terra, il Wfp ha interrotto le sue operazioni aeree ad alta quota attraverso cui ha fornito via aerea, cinque giorni a settimana, cibo e altri beni di soccorso a quasi 100mila persone sotto assedio. Le operazioni aeree, sottolinea una nota, sono sempre un’ultima risorsa, dal momento che l’accesso via terra è l’opzione più praticabile e più economica per consegnare il cibo. Dall’aprile dello scorso anno, il Wfp ha portato a termine 309 lanci di cibo. L’accesso via terra alla città di Deir Ezzor comporterà un risparmio di circa 37 milioni di dollari l’anno, sufficienti a fornire assistenza alimentare a ulteriori 200mila persone all’anno, aggiunge il comunicato. Ogni mese, l’agenzia Onu prevede di fornire assistenza alimentare a quattro milioni di persone vulnerabili in tutti i 14 governatorati in Siria. In aggiunta alle sue operazioni d’emergenza, il Wfp sta anche potenziando il sostegno per il recupero a lungo termine, concentrandosi sui mezzi di sussistenza, sulla nutrizione e sul miglioramento dell’accesso all’istruzione primaria per i bambini siriani attraverso i pasti scolastici.