Sicilia, con Musumeci si volta pagina. Il centrodestra al lavoro sul programma

Nessuno, nel centrodestra, nasconde che sia stata difficile. Ma ora che la convergenza su Nello Musumeci alla presidenza della Sicilia è stata trovata, tutti nella colazione riconoscono che è l’occasione giusta per dare all’Isola un nuovo governo

Meloni: «Ora subito al lavoro sul programma»

«Siamo lieti della convergenza degli alleati e di tante forze civiche in supporto della autorevolissima candidatura di Nello Musumeci. Fratelli d’Italia ha sostenuto tra i primi un uomo e una idea di governo in Sicilia alternativi al disastro di Crocetta, all’incapacità dimostrata dal M5S, ma anche ai limiti delle esperienze precedenti», ha commentato Giorgia Meloni, aggiungendo che «ora attendiamo che si convochi al più presto il tavolo di confronto sul programma, che confermi il percorso concordato per un vero riscatto della Sicilia».

«Musumeci è l’occasione per voltare pagina»

Per Forza Italia Mariastella Gelmini ha sottolineato che «la Sicilia merita una classe dirigente valida, competente e che sappia valorizzare al meglio le particolarità di questa terra e dei siciliani», aggiungendo che «l’accordo Musumeci-Armao rappresenta l’occasione giusta per farlo». Lo stesso Gianfranco Micciché, protagonista del braccio di ferro che ha preceduto l’accordo, ha ammesso di ritrovare «in questa nostra scelta un enorme entusiasmo». «Abbiamo fatto pace ma non eravamo litigati, siamo uniti», ha commentato il commissario azzurro per la Sicilia.

Mns: «Così la Sicilia diventa un laboratorio»

E se per Gaetano Quagliariello di Idea «in Sicilia il centrodestra unito ha un’occasione unica», per il Movimento nazionale per la sovranità di Gianni Alemanno e Francesco Storace «con Nello Musumeci candidato unitario di tutto il centrodestra si apre una nuova stagione della politica italiana». «È fin troppo evidente che la Sicilia sarà il laboratorio del centrodestra unito, rinnovato e fondato sulla difesa dell’interesse nazionale e sui diritti innanzitutto dei siciliani e degli italiani», hanno commentato i vertici del movimento, aggiungendo che «con i nostri dirigenti, partecipiamo da sempre al progetto di riscatto della Regione Sicilia di Musumeci e appoggiamo con convinzione ed entusiasmo la sua candidatura».