Sesto S. Giovanni, minacce al sindaco di centrodestra. Lui: «Non mi faccio intimidire»

Una lettera anonima, contenente offese e minacce, è stata recapitata al sindaco del Comune di Sesto  S. Giovanni, Roberto Di Stefano, per il quale sono state già disposte  misure di rafforzamento della sicurezza. A darne conto è lo stesso sindaco.

Nessuna firma, né alcuna rivendicazione, al momento, per la missiva che è stata inviata in Comune per posta ordinaria. E, spiega Di Stefano, «non posso rivelarele frasi esatte contenute per non intralciare le indagini”, ma “le minacce possono essere sicuramente definite forti”. Tanto che “in base ai risultati che  verranno fuori dalle analisi”, il sindaco potrebbe essere messo sotto  scorta: “Allo stato attuale – precisa – è stato disposto un presidio  con due agenti fuori dal mio ufficio”.

Nessuna idea su chi potrebbe essere l’autore del gesto: “Ritengo, però, palese il fatto che dietro ci siano alcuni provvedimenti che ho assunto dal momento in cui sono stato eletto”, dice. Oltretutto, “in queste ultime settimane sono stato esposto mediaticamente su determinate vicende; ci sono state molte polemiche e probabilmente tutto ciò è conseguenza del mio lavoro”. Anche perché “cose del genere non mi erano mai capitate prima”.

Di Stefano si dice “dispiaciuto”, ma “non per questo intimorito”. E assicura: “Io vado avanti sulla mia linea e non mi faccio impressionare da vigliaccate come questa”. Anzi, “continuerò a  lavorare, più convinto di prima, che la strada intrapresa è quella giusta”.

La solidarietà della Meloni: «Sono certa che proseguirà con determinazione» 

Vale la pena ricordare che Roberto Di Stefano è sindaco di Sesto S. Giovanni da pochi mesi. È la prima volta che questo Comune dell’hinterland milanese ha un sindaco di centrodestra e la sua receente vittoria ha avuto un effetto simbolico. Fino a qualche anno fa, Sesto S. Giovanni era infatti definito la “Stalingrado d’Italia”.  Solidarietà a Di Stefano è venuta da tutto il centrodestra. Così Giorgia Meloni su Facebook: “Solidarietà al sindaco di Sesto San
Giovanni, Roberto Di Stefano, che ha ricevuto una lettera minatoria. L’ho conosciuto personalmente e sono certa che proseguirà con determinazione l’ottimo lavoro iniziato in questi primi due mesi del suo mandato”.