Ryanair, non si parla d’altro. E Sgarbi sbotta in diretta tv: «Che rottura di c…oni» (VIDEO)

Non si smette da giorni di parlare di Ryanair, di come la compagnia aerea abbia dovuto correre ai ripari su quell’errore di gestione tra ferie concesse ai piloti e i voli cancellati per mancanza di personale alla cloche di comando. E Sgarbi non ci sta, non più almeno. E forse come italiani alle prese con problemi che non siano quelli delle rotte deviate e degli scali neutralizzati dal calendario della compagnia low coast  irlandese con sede a Dublino, sbotta in collegamento con lo studio di Tagadà, su La 7, denunciando una sonora «rottura di co..ni»…

Sgarbi sbotta in diretta tv: Ryanair, che rottura di co..ni 

Certo la sospensione di nuove tratte – per 34 rotte – nella programmazione invernale, che arriva a comprendere finanche il periodo natalizio, costituisce un danno per il turismo e l’economia del nostro territorio, oltre che per le migliaia di trapanesi che normalmente utilizzano l’aereo per lavoro o studio. Certo, ormai quella del calendario in continuo aggiornamento dei voli della compagnia irlandese è recepita da molti come l’ennesima beffa che grava pesantemente sui malcapitati passeggeri di turno oltre che sui vari accordi stipulati (sugli scali trapanesi soprattutto). Un malcontento bipartisan denunciato a più riprese negli ultimi giorni da tutti, e a proposito del quale vengono continuamente lamentati danni, specie per quel che concerne i collegamenti e lo sviluppo economico legato ai flussi turistici, in particolare quelli dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani che sarà privato di tre collegamenti con città europee (Francoforte, Baden Baden e Cracovia) e di quattro collegamenti nazionali (Parma, Genova, Roma e Trieste), ma forse – come in parte esorta con i suoi modi coloriti che impennano regolarmente l’audience dei programmi che l’invitano – c’è anche dell’altro su cui soffermarsi e a cui dedicare approfondimenti tv. O no?