Russiagate, Twitter ha bloccato 201 account legati al Cremlino

Twitter ha annunciato di aver sospeso  201 account legati a entità russe, perché ritenuti coinvolti nella diffusione di informazioni false durante le elezioni presidenziali americane. Lo ha reso noto lo stesso social media sul suo blog ufficiale, dopo un briefing con le commissioni intelligence della Camera e del Senato che stanno indagando sul Russiagate. Il gigante dei social avrebbe inoltre scoperto che l’emittente Russia Today, che ha forti legami con il Cremlino, rebbe speso 274.000 dollari nel 2016 in spese di promozione che miravano in modo certo o probabile al mercato americano. All’inizio di questo mese, Facebook aveva riferito di aver venduto circa 100.000 dollari in annunci politici acquistati dalla Russia finalizzati a influenzare la politica degli Stati Uniti. 

Russiagate, i dem non ci stanno

Immediata la reazione dei democratici. «Molto deludente». Così il senatore dem Mark Warner, vicepresidente della Commissione intelligence del Senato, ha definito l’incontro degli investigatori parlamentari con alti dirigenti di Twitter nell’ambito del Russiagate. Warner ha accusato i rappresentanti del social media di ignorare le prove delle interferenze russe nella campagna elettorale Usa. La loro presentazione, ha aggiunto, «mostra una enorme carenza di comprensione da parte del team di Twitter di quanto sia seria questa questione, della minaccia che pone alle istituzioni democratiche…».