Russia, sondaggio amaro per gli anti-Putin: il 67% lo vuole ancora al Cremlino

I russi desiderano ancora che Vladimir Putin regga le sorti del Paese. Le prossime elezioni si terranno nel 2018 e l’attuale presidente russo non ha ancora fatto sapere se ha intenzione di ricandidarsi. “Lo farò sapere a novembre”, ha detto a inizio agosto e da allora tutti aspettano. A Mosca i suoi seguaci hanno già organizzato manifestazioni per chiedergli di ri-scendere in campo. E stando ai sondaggi la maggioranza dei russi si aspetta  e propone una ricandidatura. 

“Il Levada Center, un centro di sondaggi noto per essere ‘anti-putiniano’ ” (in passato ha condotto diverse ricerche contro il Cremlino, soprattutto ai tempi della guerra in Cecenia) – scrive Il Foglio – ha pubblicato i risultati di un sondaggio pre-elettorale. Il 67 per cento dei russi vuole ancora Vladimir Putin al Cremlino. Pensare che alcune settimane fa lo stesso centro aveva chiesto ai russi cosa ne pensassero della guerra in Siria e la maggioranza si era detta favorevole all’immediato ritiro delle truppe per scongiurare un secondo Afghanistan. Insomma, nonostante la Siria, le sanzioni e l’economia che non va a gonfie vele, il parere dei cittadini sull’ultimo zar del ventunesimo secolo non è mutato”. 

Alle ultime elezioni il partito di Putin, Russia Unita, aveva conquistato una maggioranza schiacciante con 340 seggi su 450.