Roma, pregiudicato ivoriano danneggia una basilica: perché era ancora in Italia?

Alle prime luci dell’alba, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno arrestato un migrante un ivoriano  di 24 anni, pluripregiudicato e nella Capitale senza fissa dimora, sorpreso mentre stava danneggiando la base della facciata della Basilica di Santa Maria degli Angeli, a piazza della Repubblica.

L’ivoriano, che non ha saputo dare motivazioni al suo gesto, è riuscito a scalfire la parte intonacata della facciata e a strappare alcuni frammenti di mattoni, uno dei quali è stato rinvenuto integro
nelle sue tasche. Grazie alla segnalazione al ”112” fatta da un cittadino, i Carabinieri lo hanno colto in flagranza mentre stava ancora battendo sul muro.

Non è la prima volta che uno straniero danneggia una chiesa a Roma. Ma questa volta il caso si presenta con contorni ancora più sconcertanti, visto che l’ivoriano era pluripregiudicato. Una domanda sorge infatti spontanea: perché era ancora in Italia?  Attendiamo risposte dalle autorità.