Roma, donna aggredita da un immigrato. Si rifugia in un palazzo e chiama il 112

Aggredita da un immigrato. Ed è l’ennesimo episodio a Roma, sempre più vittima delle violenze. Altro arresto per rapina operato dalla polizia nel quartiere Vescovio. A finire in manette è stato un nigeriano di 26 anni. Il giovane, poco prima, in via Tigrè, aveva avvicinato una giovane donna chiedendole qualche moneta, ma al suo rifiuto l’aveva afferrata per un braccio e, tentando di strapparle la borsa, l’ha fatta cadere a terra.

Donna aggredita da un immigrato, le fasi dell’arresto

Nelle fasi concitate, anche il rapinatore ha perso l’equilibrio e questo ha consentito alla vittima di rifugiarsi all’interno di un palazzo e di chiamare il 112. Gli agenti del Commissariato, giunti sul posto ed apprese le descrizioni, poco dopo hanno rintracciato il giovane, riuscendo a bloccarlo nonostante la forte resistenza opposta agli agenti che ha costretto la polizia a chiedere anche l’intervento di una pattuglia del Commissariato Villa Glori. Condotto in ufficio, al termine degli accertamenti l’uomo è stato arrestato per tentata rapina e condotto presso il carcere di Regina Coeli.