Regione Lazio, sfiduciata l’assessore Lidia Ravera. Sì all’odg della destra

Il consiglio regionale del Lazio ha approvato un ordine del giorno a firma del consigliere di centrodestra di Cuoritaliani, Luca Malcotti, che invita il governatore del Lazio Nicola Zingaretti a revocare le deleghe all’assessore alla cultura Lidia Ravera, “considerata -si legge nell’odg-l’assenza dell’assessore Ravera, che perdura da tempo alle sedute della Commissione e del Consiglio regionale relativamente alle tematiche di sua competenza” e ”la dimostrata inadeguatezza dell’assessore Ravera a svolgere le competenze attribuitele”.

”È stato un incidente dell’Aula, nel senso che la maggioranza era in numero inferiore rispetto a quello che dovrebbe garantire. Avrebbe una rilevanza politica se la maggioranza avesse votato in accordo con il proponente dell’ordine del giorno”, ha detto il capogruppo del Pd Massimiliano Valeriani dopo che l’aula, ad alzata di mano, ha approvato l’odg. Il consiglio, che in quel momento era presieduto da Francesco Storace, prima del voto ha richiamato più volte l’attenzione dei presenti sul contenuto dell’atto di indirizzo.

“Quando venti consiglieri su trenta della maggioranza di Zingaretti disertano l’aula – ha commentato Storace-  è difficile credere alla tesi dell’incidente per giustificare la sfiducia totale del consiglio regionale all’assessore Ravera”. Ora Zingaretti – continua – “richiamerà all’ordine i latitanti per non dover dare seguito all’atto di indirizzo del consiglio regionale e costringerà la maggioranza ad approvare un documento esattamente opposto nella seduta di mercoledì. Ma l’opposizione non starà a guardare e l’assessore Ravera, se sarà ancora tale, farà bene a venire in aula molto preparata”.