Norman Zarcone sarà ricordato domani a Palermo a 7 anni dalla morte

A sette anni di distanza dalla tragica morte, domani ci sarà una giornata in ricordo di Norman Zarcone, il ricercatore universitario morto suicida il 13 settembre 2010, figlio del nostro collega e amico Claudio. Norman, due lauree con 110 e lode in Filosofia della Conoscenza e della Comunicazione e in Filosofia e Storia delle idee, dottorando il Filosofia del Linguaggio, musicista, compositore e giornalista, decise di morire per far ascoltare la propria voce, per dire “no” alle logiche baronali, alle clientele, alle dinastie accademiche. Alla giornata sarà presente il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e i familiari di Norman. Alle 10,45 è previsto un minuto di silenzio con la deposizione di una corona di fiori presso la Rotonda “Norman Zarcone” a Brancaccio. Alle 20 invece il concerto di musica rock “Per Norman, contro la mafia dei colletti bianchi e gli omicidi di Stato”, in piazza Bellini a Palermo. Si esibiranno gli 80’s Version by Club 469; Elektra e la Norman Zarcone Rock Orchestra. Ieri il padre Ckaudio ha scritto queste bellissime parole: “Mio figlio è morto nel 2010, ma muore anche oggi, muore ogni giorno perché lo Stato, questo Stato nel quale credo e nel quale ha creduto Norman, troppo spesso diventa complice guardando da un’altra parte. Troppi silenzi, troppa ipocrisia di Stato per un omicidio di Stato”.