Non solo malaria: a Livorno è allarme per la zanzara “Culex”

L’allarme per la malaria a Brescia fa alzare il livello di attenzione anche possibili contagi meno pericolosi ma altrettanto insoliti. Un caso di “West Nile” (conosciuto anche come virus del Nilo occidentale) è stato registrato a Collesalvetti (Livorno) e il Comune ha dato il via ai trattamenti straordinari contro la zanzara del genere Culex. Si tratta di una misura preventiva necessaria a seguito del manifestarsi dell’infezione che ha colpito un cittadino di Collesalvetti, residente in via delle Buchette.
“L’amministrazione comunale di Collesalvetti – si legge in un comunicato – ha adottato ieri sulla scorta di una richiesta pervenuta dall’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, un’ordinanza contingibile e urgente per l’effettuazione di trattamenti adulticidi straordinari, contro la zanzara comune del genere Culex”.

Il provvedimento è stato adottato sulla scorta di una richiesta pervenuta dall’Azienda Usl Toscana Nord Ovest (Dipartimento di Prevenzione), che ha emesso “un’ordinanza contingibile e urgente per l’effettuazione di trattamenti adulticidi straordinari, contro la zanzara comune del genere Culex”. Il provvedimento, precisa il Comune di Collesalvetti, “riguarda esclusivamente una zona delimitata, (numeri civici da 1 a 64), così come previsto dalle Linee Guida Ministeriali approvate con la Circolare del Ministero della Salute del 31/07/2017 e contiene alcuni obblighi da osservare nel periodo operativo del trattamento e alcuni successivi a tale profilassi. I residenti interessati, saranno direttamente informati da personale preposto”.

La “West Nile”, la cui presenza è segnalata soprattutto in Italia settentrionale ed Europa Orientale, si trasmette tramite la puntura della zanzara comune, quella ”crepuscolare” (Culex pipiens) che punge durante le ore serali e notturne. L’infezione da virus “West Nile” nella maggior parte dei casi non provoca la comparsa di alcun sintomo, mentre la forma clinica si manifesta con sintomi lievi di tipo simil-influenzale (febbre,
cefalea, dolori muscolari, possibile eruzione cutanea) e guarisce di norma spontaneamente in una settimana. Molto limitata la casistica rilevata di casi più gravi. In forma preventiva, in accordo con Usl Toscana Nord Ovest che monitora costantemente la situazione, l’Amministrazione comunale ha provveduto a intensificare i trattamenti antilarvali su pozzetti e caditoie stradali interessate.
A partire dalla nottata, inoltre, verranno effettuati trattamenti adulticidi straordinari, nella zona interessata . I trattamenti verranno ripetuti per tre notti consecutive (6-7-8 settembre 2017).
L’ordinanza sindacale n° 5 del 9 maggio 2017, avente per oggetto ”Provvedimenti per la lotta mirata alle zanzare sul territorio di Collesalvetti”, tuttora vigente, contiene prescrizioni e comportamenti assolutamente conformi al caso, dal punto di vista preventivo.