Non solo Irma e Harvey: ecco i 7 uragani più devastanti della storia (VIDEO)

Nel video riportato in apertura, che assembla alcune delle più suggestive immagini della spaventosa potenza rivelata da alcuni degli uragani più sconvolgenti di sempre, si intuisce chiaramente, ma già dai primi frame, la portata catastrofica di questo fenomeno della natura. In queste ore, l’uragano Irma che sta devastando i Caraibi, con venti a 295 chilometri l’ora, è ritenuto il più potente degli ultimi dieci anni: ma quelli che lo hanno preceduto non sono certo stati da meno…

I 7 uragani più devastanti della storia 

E allora, da Katrina a Sandy, passando per Andrew e Camille fino ad Harvey, l’ultimo in ordine di tempo, sono diversi gli uragani che nel corso degli anni si sono abbattuti sugli Stati Uniti. Ecco quali, riuniti in un’emblematico elenco che li accorpa, quali sono stati quelli più devastanti.

  1. Sandy. Nel 2012 l’uragano Sandy colpisce Giamaica, Cuba, Bahamas, Haiti, la Repubblica Dominicana e la costa orientale degli Stati Uniti, causando, solo negli States, oltre 130 morti. Quaranta vittime si contano a New York, e negli Usa i danni economici ammontano a circa 63 miliardi di dollari.
  2. Katrina. È il 23 agosto 2005 quando l’uragano Katrina si forma come depressione tropicale 12 sopra la parte sudorientale delle Bahamas. Qualche giorno più tardi, la tempesta devasta il Sud degli Stati Uniti, diventando uno degli uragani più gravi della storia del Paese in termini di danni economici e dal punto di vista delle vittime. Le maggiori perdite di vite e di danni alle infrastrutture si registrano a New Orleans, in Louisiana, completamente inondata. Oltre 1.800 le vittime, 100 miliardi di dollari stimati in danni economici. Quell’anno si verificarono diversi uragani nel territorio statunitense, come Emily, Rita e Wilma. Ma nessuno fu devastante come Katrina.
  3. Andrew. Ribattezzato «il terribile Andrew», nel 1992 l’uragano di categoria 5 colpisce le Bahamas e gli Stati Uniti, provocando la morte di 65 persone e danni pari a circa 20 miliardi di euro odierni, la maggior parte nella Florida meridionale. Prima di Katrina, Andrew deteneva il record di disastro naturale più costoso della storia a stelle e strisce.
  4. Camille. Nell’estate del 1969 l’uragano Camille (di categoria 5) causa danni enormi in molti Stati, soprattutto in quelli meridionali, provocando diverse vittime con venti che raggiungono i 300 km/h.
  5. Labor day. Quello del Labor Day è l’uragano più intenso mai registrato negli Stati Uniti, che nel 1935 devastò le Florida Keys, provocando centinaia di vittime. Assieme a Camille e Andrew, l’uragano del Labor Day è uno dei tre uragani di categoria 5 secondo la scala Saffir-Simpson.
  6. L’uragano Okeechobee. Noto anche come uragano San Felipe Segundo, è il ciclone tropicale ad aver causato il maggior numero di vittime nella storia degli Stati Uniti dopo quello di Galveston, provocando oltre 4000 morti. Il ciclone fu il secondo più letale dal punto di vista di perdite umane. Nel 1928 la tempesta distrusse case ed edifici e nella sola città di South Bay annegarono 2.500 persone.
  7. Galveston. Siamo in Texas, nel 1900. L’uragano di Galveston è ricordato come il fenomeno ciclonico più devastante della storia degli Stati Uniti. Oltre a distruggere completamente la città, provocò oltre 8.000 vittime. E ora si aspetta che Irma – che ha già causato la morte di 10 persone – esaurisca potenza distruttrice e fura naturale. L’uragano che ha devastato i Caraibi è il più lungo ciclone di categoria 5, in termini di durata, mai registrato nel mondo dai servizi meteorologici. Secondo Météo France, per esempio, il ciclone ha mantenuto la massima potenza per più di 33 ore di fila, battendo il record del super tifone Haiyan, che nel 2013 nelle Filippine aveva generato gli stessi venti (295 km/h) ma per 24 ore. Non a caso: «Una tale intensità e una tale longevità – ha dichiarato il meteorologo francese, Etienne Kapikian – non si sono mai viste nel mondo, dall’inizio dell’era satellitare»…