Malaria, sei casi in Campania. Grave una bimba che ora è fuori pericolo

Torna la malaria in Italia? Se ne è discusso a lungo dopo la morte della piccola Sofia Zago. Un caso purtroppo non isolato, anche se altri malati vengono curati e guariti. In pratica con la malaria bisognerà tornare a fare i conti, anche se non in proporzioni massicce.
 
Nell’ultimo mese, riferisce Il Mattino, sono stati sei i ricoveri per malaria al Cotugno di Napoli (tre adulti e tre bambini).Gli ultimi due ricoveri riguardano due bambini (uno di nove anni e una di 20 mesi) residenti a Castelvolturno. La più piccola era molto grave ma ora è fuori pericolo.

«Ormai la nostra è una società multietnica – dice sempre al Mattino Fiorentino Fragranza, responsabile della unità intensiva del Cotugno  – i casi di malaria, come di altre malattie infettive non comuni alle nostre latitudini, sono in aumento in tutta Europa. Ma sono patologie contratte quasi sempre in viaggi nelle zone endemiche, dell’Africa e dell’Asia».

I casi di malaria registrati al Cotugno sono tutti non autoctoni, ossia contratti da soggetti immigrati che si ammalano nel corso di soggiorni, soprattutto d’estate, nelle loro zone di origine.