L’ultima canzone di Gabbani? Una presa in giro dei “pappagalli” grillini (video)

Francesco Gabbani colpisce ancora. Dopo il successo del brano che ha vinto Sanremo (Occidentali’s Karma) e il tormentone estivo Tra le granite e le granate, stavolta il cantautore toscano prende di mira i complottisti e catastrofisti del web. La canzone, intitolata “Tra pachidermi e pappagalli” fa il verso alle tante teorie cospirazioniste che circolano in Rete. Dall’esistenza ancora in vita di Elvis Presley e Adolf Hitler a chi è convinto che l’uomo non sia mai andato sulla luna. I complottisti che, negli ultimi anni, grazie alla demenziale campagna sul web dei siti vicini a Grillo e al Movimento 5 Stelle ha prodotto conseguenze micidiali. Non ultimo l’esercito dei no-vax, le persone contrarie ai vaccini senza se e senza ma, che mettono a repentaglio la loro vita e quella dei loro cari. 

Paola Taverna disse: "C'è un complotto per farci vincere a Roma"

Paola Taverna disse: “C’è un complotto per farci vincere a Roma”

La canzone di Gabbani farà discutere

Gabbani fa il verso al grillino tipo. Ricordate il deputato pentastellato che parlava dei microchip sottopelle? Lo fa con il suo stile leggero e coinvolgente. Un brano destinato sicuramente a diventare uno dei tormentoni dell’inverno. E destinato a far discutere, magari suscitando le ire di chi si riconoscerà nelle bufale complottiste. In queste ore il video già spopola in Rete. Un video girato quasi interamente Sardegna, al largo di Golfo Aranci e dell’Isola di Tavolara, a bordo di un caicco. Il nome del tipo di imbarcazione che è anche quello di una specie di pappagallo. Un dei tanti ironici messaggi “subliminali” di cui è costellato il video.