L’Iran replica: l’intesa sul nucleare è storica, ora Trump non rovini tutto

Il presidente americano Donald Trump deve comprendere che la Corea del Nord è una cosa, l’Iran un’altra. L’Iran “non violerà” l’accordo sul nucleare, ma chiunque “violerà i diritti degli iraniani” riceverà in cambio “una risposta proporzionata”. È quanto infatti ha affermato il presidente iraniano Hassan Rohani, a New York per l’Assemblea generale delle Nazioni Unite. “Che l’Amministrazione Usa sia felice o preoccupata per questo, l’accordo sul nucleare iraniano resterà un’intesa storica per la regione e il mondo”, ha detto Rohani, come riporta l’agenzia di stampa ufficiale iraniana Irna. L’intesa sul nucleare raggiunta nel 2015 da Teheran con i Paesi del 5+1, ha ripetuto il leader iraniano, è “un accordo multilaterale”, essenziale per la “pace e la sicurezza nel mondo”, che ha dimostrato “al mondo che qualsiasi complicata questione internazionale può essere risolta al tavolo dei negoziati”. “Il popolo iraniano ha dimostrato al mondo di non aver mai mentito”, ha aggiunto Rohani parlando con la comunità iraniana negli Usa. Il presidente, rieletto lo scorso maggio per il suo secondo mandato, ha quindi ribadito che l’Iran rispetterà l’accordo. “Ritirarsi dall’intesa – ha concluso rivolto all’Amministrazione Trump – non è un onore, ma equivale alla violazione di un impegno politico da parte di un governo”.