L’incidente di Valentino Rossi. Il padre pessimista: «Le cose non vanno bene» (video)

Valentino Rossi crac. È già stato operato nella notte nell’ospedale di Ancona. Come riporta Rainews, il campione è stato sottoposto all’intervento dopo che ieri in allenamento era caduto, fratturandosi tibia e perone: per lui sfuma così la rincorsa al Mondiale della MotoGp. Tutto succede a dieci giorni da Misano, il Gp di San Marino, quando la corsa al Mondiale è ancora formalmente aperta, classifiche alla mano: Dovizioso primo 183 punti, il “Dottore” quarto a 157.  A spazzare via le speranze del campione più amato della MotoGp, però, la brutta caduta da una moto enduro, mentre si allenava nel pomeriggio con i “suoi” ragazzi della Riders Academy, vicino Urbino. La brutta botta alla gamba destra, la stessa infortunata nel 2010 al Mugello, e la corsa all’ospedale di Urbino, con i timori di una doppia frattura di tibia e perone, che poi si rivela una drammatica realtà.

Valentino Rossi, le parole del padre

Dapprima ricoverato all’ospedale di Urbino, è stato poi trasferito in quello “Torrette” di Ancona, dove è stato operato nella notte. Il padre Graziano non nasconde la preoccupazione: «Ho parlato con Valentino, ha molto dolore e non è ottimista. È un casino». Un infortunio del genere compromette la corsa al Mondiale di Valentino che rischia di saltare almeno i prossimi due GP (Misano il 10 settembre e Aragon il 24 settembre). Già il 25 maggio scorso Rossi era incorso a un incidente durante un allenamento, infortunandosi al torace facendo motocross a Cavallara, vicino a Tavullia.