Lega, Salvini: «I nostri parlamentari pronti ad autosospendersi»

La Lega sta valutando l’autosospensione dei propri parlamentari. A spiegarlo è stato il segretario Matteo Salvini, parlando del sequestro dei conti correnti del partito disposto dal giudice di Genova. 

Salvini: «La democrazia è a rischio»

«È un momento, come dice Minniti, in cui la democrazia è a rischio», ha sottolineato Salvini. «Qualcuno sta provando a fermarci e più di uno dei nostri deputati e senatori mi ha detto “cosa restiamo a fare in un parlamento che ci vuole imbavagliare?”. Hanno ragione e la Lega – ha fatto sapere il leader del Carroccio – valuterà questa opzione».

La solidarietà alla Lega

Intanto, la misura disposta dal tribunale di Genova continua a far discutere la politica. Per il senatore di Forza Italia, Vincenzo Gibiino, si tratta di «una decisione che sembra giungere a orologeria, quando mancano pochi mesi alla scadenza elettorale». «Il sequestro dei conti bancari di un partito è un atto particolarmente estremo, che potrebbe essere giustificato – ha detto – solo in presenza di una sentenza definitiva, ma non ora. Non si impedisca alla Lega, con uno sgambetto – ha commentato ancora l’esponente azzurro – di affrontare la campagna elettorale con le risorse finanziarie necessarie. La magistratura non influenzi in alcun modo un momento tanto importante per la vita repubblicana».